La Cromopuntura si fonda sulle metodiche dell'Agopuntura della Medicina Cinese e sul potere terapeutico dei colori. Sfrutta quindi gli agopunti sostituendo l'ago con fasci di luce colorata. La Medicina Cinese, che ha più di 5000 anni di storia, si basa sul concetto che l'origine della malattia è vista come una disarmonia energetica. Il nostro corpo è attraversato da canali energetici, detti Meridiani, nei quali scorre l'energia (Qi). I Meridiani, si può dire, sono un movimento in risonanza con gli organi interni. Nel loro interno fluiscono due forze di polarità opposte lo Yin e lo Yang: un'alternanza di scorrimento diverso, contrario ma complementare, sono due forme inseparabili.

Lo squilibrio fra queste forze determina l'insorgenza della malattia. I segni di un sistema alterato coinvolgono il Meridiano interessato, quindi stimolando i relativi punti si può ottenere un beneficio psicofisico.I Meridiani sono una vera e propria rete di comunicazione con tutte le cellule del nostro organismo, essi rappresentano la raffigurazione dell'armonia con le leggi della Natura e i cicli cosmici. Il loro giusto equilibrio influisce in maniera fondamentale sulla nostra vita. Secondo tale Medicina, l'Uomo è fatto di sangue, respiro e spirito. Tutti noi siamo in comunicazione costante e diretta tra l'esterno e l'interno. E' qui che risiede la salute.

La Cromopuntura come l’Agopuntura agisce sul mantenimento dell’equilibrio per assicurare  al meglio le funzioni vitali. Il colore di luce irradiato varia a seconda della problematica da trattare e trasmette all’organismo la sua vibrazione riequilibrante.
Ricordiamoci che la luce ha generato la vita sulla Terra, perciò luce significa colore, colore significa vita ed esso evoca delle risposte sensoriali, di conseguenza reagiamo ai colori sia a livello fisico, sia a livello mentale, sia a livello emotivo. Anche nell'antico Egitto i colori venivano abbinati a tecniche di guarigione.
Peter Mandel, padre della Cromopuntura, ci ricorda la capacità di percepire il colore dei non vedenti attraverso la pelle (dimostrato con esperimenti condotti in Unione Sovietica) e ciò lo ha indotto a pensare che la pelle riconosce i colori.
Data la forma leggera e non invasiva di questa metodica, informo che è adatta pure ai bambini, agli anziani e alle donne che decidono di avere un figlio per assisterle prima, durante e dopo la gravidanza (previa valutazione delle controindicazioni). Non solo. La semantica biologica della luce e dei suoi colori, stimola un profondo benessere ed è un valido aiuto per la prevenzione alle malattie. La malattia prima si sviluppa e poi si manifesta attraverso i sintomi.

La base del mio trattamento consiste nell’affiancare a questo metodo la pulizia dell’Aura e il massaggio pranoterapico, per ristabilire l’equilibrio energetico funzionale.
 
 
torna alla home page